Prova costume. 1,2,3 prova, prova.

Ammettiamolo, c’è una cosa che ci fa odiare l’estate. Non parlo solo del Kinder Cereali già completamente sciolto appena usciti dal supermercato o dei mobili Ikea da montare con 75 gradi all’ombra, ma della dannatissima prova costume.

La prova costume anche detta anche #mainagioia. Che poi io mi chiedo, ma se io sta prova costume la volessi fare scritta? No, eh?

mainagioiaOgni anno, come ai tempi dell’università, preferisco fare tutto all’ultimo, sperare che due giorni di sedano e carotine possano fare il miracolo. Un mix ansiogeno che chiaramente vorrebbe trovare il suo degno sfogo in un Danubio di cioccolato fuso e in una distesa di caramelle ma che invece deve accontentarsi di una pioggia di barrette di semi di girasole e in un torrente di acqua Vitasnella.

La prova costume è indubbiamente una perfida genialata del marketing, non può essere altrimenti, perchè ogni anno mi ritrovo a comprare cose totalmente inutili abindolata da spot o altro.

Chi non ha mai comprato quel magico intruglio di alghe verdi screziate del Mar dei Sargassi dal ragionevole costo minimo di 50 € ma con efficacia garantita con quei due o tre mila barattoli? Alla fine si tratta di un investimento per la salute, non sto sprecando soldi, lo faccio solo per il mio benessere… eh già!

Esce il nuovo numero della tua rivista preferita con tutti i segreti per prosciugare il tuo fisico come il Po in secca e tu te lo vuoi far scappare? Sono segreti degli esperti che più esperti non ce n’è, magari rivelano qualche pozione magica per dimagrire mangiando senza fatica tonnellate di pizza nemmeno fossimo Michelangelo delle Tartarughe Ninja.

Al supermercato trovi quel fantastico attrezzo che fa gli addominali al posto tuo, quello che anche quell’assatanata di sport di Jill Cooper te lo invidierebbe, e che cosa fai? Vuoi non comprarlo proprio oggi che è in offerta speciale?

Ecco che ti ritrovi con una casa sommersa di cianfrusaglie utopicamente dimagranti ma che in realtà userai sì e no tre volte, per poi accantonarle e ritrovarti a sfogare la depressione in barattoli di gelato e negli appuntamenti romantici su La5.

Sono finiti i bei tempi da 0 a 3 anni in cui ti potevi presentare in spiaggia con un costumino attillato, a volte direttamente in topless, e nonostante tutti i rotolini facevi breccia nei cuori di tutti i vicini di ombrellone. “Guarda che bella panciotta!” oppure “Guarda che belle cosciotte”.

40316_1551687709351_7464547_n

Nipote Matilda fieramente spiaggiata con ciccette sballonzonanti e tettine in vista.

E poi boom, ti svegli un giorno, hai 20 anni e se ti presenti in spiaggia così le uniche carinerie che ti sentirai dire saranno pressappoco queste: “Anvedi sta cicciona! Ma na muta da sub no?”.

Maiunagioia, mai e poi mai. Ma alla fine crescendo impari che in fondo la risposta giusta a queste carinerie non può che essere: sticazzi!

Ho dei rotolini in più? Sticazzi, lasciamo che li contino come i cerchi degli alberi!

Ho solo una seconda di seno? Sticazzi, almeno sono mie!

Ho la cellulite? Sticazzi, trovamene una che senza photoshop non ce l’abbia!

sticazziPer eccellenza ci saranno sempre difetti nuovi che troveremo ogni giorno, soprattutto con il passare del tempo e con la singletudine prolungata. Sono flaccida, ho le gambe grosse, ho i polpastrelli troppo grassi, le ali di pipistrello al posto delle braccia, ho le doppie punte alle ciglia.

CatturaNessuno è perfetto, soprattutto di fronte alla prova costume, anche se a questa affermazione vedo già orde di uomini pensare a tutte le foto della Nargi in bikini per Golden Point. Beh ragazzi, anche lei non è perfetta, ci sarà vicina ma non lo è. O forse sì ma quello si chiama Photoshop e comunque non è fidanzata con voi.

Non esiste via di uscita, se non fare un bel respiro e dire un liberatorio sticazzi! Si dice che se non impariamo ad amarci noi, sarà difficile farci amare dagli altri. Star bene con il proprio corpo, o per lo meno provarci, per stare bene con gli altri. Ricordarsi che siamo corpo ma anche mente, e che forse un rotolino di troppo non ci impedirà di essere sexy o interessanti.

E diciamolo un bel Ciaone al rotolone, benvenuta Estate!

ciaoneBisous

PFTB